• antropologicamente diverso

  • Commenti recenti

    Antonio F su Gianni e Pinotto
    antoniovota su Gianni e Pinotto
    Antonio F su Gianni e Pinotto
    antoniovota su Gianni e Pinotto
    Antonio F su Gianni e Pinotto
  • Categorie

  • Archivio

  • Archivio foto e vignette

  • Legge bavaglio sull’informazione. Obbligo di rettifica

    Tutto quello che leggete qui io non l'ho mai detto, non l'ho mai scritto, non l'ho mai nemmeno pensato. E' tutto un complotto della sinistra, le solite manipolazioni di questi disgraziati. Insomma rettifico tutto, sono stato frainteso.
  • Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.I

    I curatori di Votantonio (che poi sarebbe solo uno, lui) declinano ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete e dai normali organi d'informazione, persino da quelli di rai e mediaset. I testi vengono redatti da soggetti (sempre uno, sempre lui) evidentemente incapaci di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che qualche volta hanno votato per Pannella e per Rifondazione. Il blog è attivo da gennaio 2006, non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del webmaster, la pazienza della sua compagna, e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate.
  • Sono passati di qui

    • 90.219 comunisti nullafacenti
  • Annunci

Nessuno che gli chieda conto

Il nazista dell’interno ha sgomberato il centro Baobab con le ruspe. Bene, immagino che domani sgombererà gli abusivi di casapound.

Annunci

Il nazifelpato non vuole.

Mettiamoci l’animo in pace, la TAP si farà, come pure la TAV. Lo stop alla prescrizione invece non ci sarà, tantomeno il carcere agli evasori, probabilmente sarà abortito anche il reddito di cittadinanza, e la società Autostrade potrà tranquillamente sedersi alla mangiatoia per il nuovo ponte a Genova, scommettiamo? E non c’entrano nulla le penali da pagare, l’Europa che ce lo chiede, lo spread e le altre cazzate che vengono tirate in ballo quando si vuole bloccare qualcosa su cui il “sistema” non è d’accordo. Semplicemente salvini, che fa tanto il trasgressivo ma del “sistema” è attualmente il principale referente, non vuole. Punto.
Fateci caso, qualche giornalone ricorda al nazifelpato i 49 milioni di euro da restituire? Qualcuno gli chiede che fine hanno fatto la flat tax, l’abolizione fornero, la cancellazione accise e via promettendo? No, son tutti a contare i congiuntivi di Di Maio e a fare le pulci ai Cinquestelle cercando di farli collassare. E questi coglioni cadono in ogni trappola che viene loro tesa.
Luigi, non so più come dirtelo: molla ‘sti cazzo di fasci, passa la palla a, che so, Di Battista, e torniamo a votare.

Who’s first?

L’avete vista tutti la foto di quell’essere che andava in giro con la maglietta Auschwitzland sfoggiando un sorriso a trentun denti. Che poi la cosa ridicola, se non fosse tragica, è che basterebbe studiare mezza pagina di storia (o anche solo guardarsi allo specchio) per capire che un’ariana di tale fatta sarebbe stata tra le prime a finire in camera a gas.
Ma c’è un altro aspetto della faccenda: questa feccia è sempre esistita, comitive di escrementi in gita a Predappio ci sono sempre state, ma se fino a ieri rimanevano sottotraccia forse vergognandosi anche un po’ a farsi vedere in faccia, oggi è come se si sentissero sdoganati, forti, protetti.
Episodi di razzismo si sussuegono, ed è vero che i giornali magari adesso li amplificano, ma è altrettanto vero che c’è un’aria di impunità o di sottovalutazione del problema che è molto molto pericolosa. E il fatto che che il verdefelpato dell’interno dica che lo sgombero di forza nuova da un palazzo occupato “non è una priorità” (coi rom ci va con le ruspe), che Stefano Cucchi era un tossico che se l’è cercata (Desirée è un angelo volato in cielo), che i negozi etnici vanno chiusi alle sette di sera (le discoteche piene di coca e alcool fino al mattino tutto ok) è la risposta a chi si chiede i motivi di tali miasmi che salgono sempre più maleodoranti dalle fogne.
Per questo dico ai Cinquestelle di recuperare dignità e di mandare in culo salvini, forse se si vota domani ancora qualche consenso riescono a tenerlo, ma dopodomani sarà tardi, saranno completamente fagocitati e faranno la fine del pd.

Segreti

Dopo la confessione sugli assassini di Stefano Cucchi ora manca solo quello che ci dica “a Ustica il missile l’ho sparato io” e poi Pulcinella può anche andare in pensione.

(volevo dire qualcosa su salvini e giovanardi, ma mi fa schifo solo il pensiero)

Miliardi di euro buttati nel cesso.

Cari voi al governo, ma li avete fatti bene i conti? 14 miliardi ci costerà ‘sta cosa. Quattordici. Solo quest’anno. Ai quali nei prossimi anni ne andranno aggiunti altrettanti, e poi altrettanti, e poi ancora per rendere operativo e funzionante tutto l’ambaradan, per un totale di una cinquantina di miliardi di euro. Soldi nostri ovviamente, usati accazzodicane.
No, ma quale reddito di cittadinanza, intendo i soldi destinati agli F35!

Spese morali e immorali

Prima di fare della facile ironia una domanda: ma col “bonus cultura” d’irrenzi, i diciottenni ci si possono comprare la playstation?

La solita memoria corta

Premesso che vedere 4 deficienti gioire da un balcone per il varo di una manovra economica che ci indebiterà ancora di più mi pare una solenne stronzata (oltre che un’alzata di palla per coloro che non vedono l’ora di schiacciarli), vorrei dire una cosa su quei numerini, duevirgolaquattro, unovirgolasei, ottovirgolaventinove, di cui peraltro non conosco minimamente il significato: ma me lo ricordo solo io irrenzi che inneggiava al DUEVIRGOLANOVE sbraitando in mondovisione che “L’Europa se ne farà una ragione” intanto che si faceva i selfie togliendo la bandiera dell’Unione alle sue spalle? Il tutto senza che alcun giornalone paventasse catastrofi, caduta di meteoriti o invasioni di cavallette.
Insomma, alla fin fine ‘sti Cinquestelle stanno solo cercando di mantenere la loro promessa elettorale più significativa, se non ci riescono li attaccano, se ci riescono li attaccano lo stesso.
Qualcosa non mi torna, a meno che io non guardi le cose con gli occhi… del post precedente ;)

Il “Sistema”

Anni ’70, il PCI diventa il primo partito. Cosa fa il “Sistema”? Fa nascere, alimenta e asseconda le BR fino a sacrificare Aldo Moro pur di stroncare sul nascere il “compromesso storico”. O davvero credete che in via Fani servizi logge massoniche e poteri vari non ci abbiano mai messo il naso?

Anni ’90, Mani Pulite rischia di spazzare via un’intera classe dirigente fondata sulla corruzione e il malaffare. Cosa fa il sistema? Prende un burattino colluso con la mafia e iscritto alla P2, e spacciandolo per nuovo gli fa attuare il Piano di Rinascita Democratica di Licio Gelli. O davvero credete che berlusconi abbia vinto le elezioni con un partito creato in tre mesi? (i brogli del 2006 ve li ricordate vero?)

Anni 2000, un movimento guidato da un comico aumenta costantemente i suoi voti fino a diventare il primo partito nonostante evidenti ingenuità incapacità e incompetenza. Cosa fa il sistema? Gli affianca il suo squalo peggiore con lo scopo ben preciso di logorarne il consenso, aspettare che si attesti intorno al 10 – 12%, far cadere il governo, e tornare alle elezioni entro un paio d’anni per poter ottenere la maggioranza assoluta con gli alleati di sempre. O davvero credete che salvini sia lì per caso nonostante i 49 milioni di euro che ci deve? (provate a immaginare se li avessero rubati i Cinquestelle)

Tutto cambia, perché nulla cambi. Questo è un paese fascista, e lo sarà sempre.

Tra un po’ lo scrivo minuscolo

Scusate Cinquestelle, fino a che eravate opposizione avete fatto argine all’avanzata della destra xenofoba, ai populismi, ecc. Ora però vi ci siete alleati e ok, ci siete stati costretti da quel cazzaro d’irrenzi in combutta col “sistema”. Non solo, come prevedibile vi state facendo scavare la fossa a suon di tweet amplificati dalla grancassa del solito “sistema”. E come se non bastasse il nazifelpato vi flirta sotto gli occhi col suo amante di sempre (tant’è che alle prossime regionali saranno ovviamente insieme, i benetton rimarranno al loro posto, faranno un condono fiscale per sanare fino a un milione di euro, non verranno toccati i tetti pubblicitari delle tv, tantomeno i costi delle concessioni, ecc. ecc.).
Quanto cazzo vi ci vuole ancora per capire che se volete sopravvivere dovete liberarvi dal cappio che vi hanno messo al collo ecchissenefrega se le elezioni anticipate le vinceranno loro a mani basse? Tanto ormai…

Buone notizie

Rientrato da un tour apro i giornali e scopro che da ora in avanti i contenziosi con la P.A. si potranno estinguere in 456 (quattrocentocinquantasei) comode rate. Senza interessi naturalmente.
E poi dicono che questo governo non fa nulla per i cittadini!

Ma salvini chi?

Ma porcaputtana, c’è un esodo biblico, epocale, inarrestabile. E qui stiamo blaterando di un sedicente ministro dell’interno che spara le sue puttanate tramite twitter (cioè, non alla conferenza di Yalta, su twitter!), e tutte le televisioni anzichè trattarlo come farebbero con lo scemo del paese ubriaco al bar, cioè ignorarlo, gli fanno da grancassa.
Genova sfollati autostrade concessioni Molise terremoto Pollino escursionisti già accantonati, di nuovo prime pagine solo e soltanto salvini.
Siamo alla deriva.

Toh, salvini è di destra, ma tu pensa…

Adesso si scopre che salvini e tutta la lega votarono a favore della “legge salvabenetton”. Ma va’? Chi l’avrebbe mai detto? Gente di destra, da vent’anni al governo, in combutta col piduista del consiglio, che votano a favore di un regalo a un gruppo industriale dal quale pare prendesse pure dei soldi. Ma pensavate che tra operai e padrone, interessi pubblici o privati, stessero dalla parte del popolo? E magari adesso vi stupirete anche del fatto che salvini e la lega già stiano frenando sulla revoca delle concessioni, ben spalleggiati dai giornaloni che per contro stanno già attaccando Di Maio populista incapace e incompetente (capacissimi quelli del costante monitoraggio invece).
Scommettiamo che da domani saranno trovati mille cavilli e mille perizie in contrasto tra loro, e non sarà revocata una beata fava, e aspetteremo quindici anni per avere tre gradi di giudizio per qualcuno che tra lungaggini e prescrizioni non pagherà mai? Come per il ponte crollato sulla A14, come per le case costruite nel letto del fiume a Sarno, come per Rigopiano, ecc. ecc. ecc.
Facciamo tanto gli occidentali, ci riempiamo la bocca con la potenza industriale, ma siamo un paese da terzo e quarto mondo, e il motivo vero per cui i salvinucoli dell’interno si agitano così tanto sugli immigrati è perché hanno paura che siano molto migliori di noi.

PS: vorrei chiedere, con quarantanove milioni di euro un ponte lo si ricostruisce? Se a rubarli fossero stati i Cinquestelle pensate che la notizia sarebbe sparita così in fretta dai giornaloni? Se a votare per i benetton fosse stato Di Battista credete che la cosa avrebbe occupato giusto un trafiletto? Capito perché nessuno mi toglie dalla testa che salvini (messo lì grazie a irrenzi) sia perfettamente gradito e funzionale al sistema?

 

IMG_5241