• antropologicamente diverso

  • Commenti recenti

    Anonimo su Eccone un altro
    a. su Aiutiamoli a casa loro
    antoniovota su Aiutiamoli a casa loro
    Pier su Aiutiamoli a casa loro
    Roberta Rubessa su Morte dignitosa un cazzo!
  • Categorie

  • Archivio

  • Archivio foto e vignette

  • Legge bavaglio sull’informazione. Obbligo di rettifica

    Tutto quello che leggete qui io non l'ho mai detto, non l'ho mai scritto, non l'ho mai nemmeno pensato. E' tutto un complotto della sinistra, le solite manipolazioni di questi disgraziati. Insomma rettifico tutto, sono stato frainteso.
  • Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.I

    I curatori di Votantonio (che poi sarebbe solo uno, lui) declinano ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete e dai normali organi d'informazione, persino da quelli di rai e mediaset. I testi vengono redatti da soggetti (sempre uno, sempre lui) evidentemente incapaci di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che qualche volta hanno votato per Pannella e per Rifondazione. Il blog è attivo da gennaio 2006, non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del webmaster, la pazienza della sua compagna, e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate.
  • Sono passati di qui

    • 81,910 comunisti nullafacenti

La teoria delle finestre rotte *

Fateci caso, ogni volta che nel mondo succede qualcosa di eclatante che colpisca l’immaginario collettivo, nei giorni immediatamente successivi sui giornali è tutto un proliferare di notizie riguardanti altri casi simili, come se il fatto successo avesse in qualche modo sdoganato masse di emuli.
Se qualcuno provoca un danno tirando sassi dal cavalcavia, nei giorni seguenti parrà che tutte le testedicazzo del paese si siano date appuntamento all’unisono sopra le autostrade. Se un mastino napoletano azzanna un bambino, per tutta la settimana verrà il dubbio che che nelle scatolette di cibo per cani siano state all’improvviso introdotte sostanze stupefacenti. Se cade un Boeing in Alaska il giorno dopo si avrà notizia di un Tupolev russo esploso in Siberia, di un Cessna precipitato a Cisanello Balsamo, di un ultraleggero in avaria al campo scuola di Galliano.
Cioè, magari le cose succedevano con la stessa frequenza anche prima, solo che non ne veniva data notizia.
La stessa cosa mi pare succeda anche dopo ogni strage terroristica, che è seguita regolarmente da una specie di sciame sismico fatto di altri casi di sparatorie, aggressioni, accoltellamenti per strada, riconducibili alla stessa matrice pseudo islamica. Comune denominatore di queste scosse di assestamento è il fatto che “testimoni riferiscono di aver udito gridare Allah Akbar! dall’attentatore”. Sempre, invariabilmente, come fosse un marchio di fabbrica.
Che poi io mi chiedo: ma se questi si votano al martirio sognando le 72 vergini, non dovrebbero piuttosto gridare “viva la fica”?

(*) La teoria delle finestre rotte

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: