• antropologicamente diverso

  • Commenti recenti

    Roberta Rubessa su Rieccolo!
    Antonio F su Oh, casomai voglio i diri…
    Antonio F su Cara Virginia,
    gianni su Cara Virginia,
    Anonimo su Che palle Anto’, sempre…
  • Categorie

  • Archivio

  • Archivio foto e vignette

    16renzisordi

    16schedareferendum

    16tromboni

    16renbos

    Stanlio_e_ollio_che_ridono1

    Altre foto
  • Legge bavaglio sull’informazione. Obbligo di rettifica

    Tutto quello che leggete qui io non l'ho mai detto, non l'ho mai scritto, non l'ho mai nemmeno pensato. E' tutto un complotto della sinistra, le solite manipolazioni di questi disgraziati. Insomma rettifico tutto, sono stato frainteso.
  • Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.I

    I curatori di Votantonio (che poi sarebbe solo uno, lui) declinano ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete e dai normali organi d'informazione, persino da quelli di rai e mediaset. I testi vengono redatti da soggetti (sempre uno, sempre lui) evidentemente incapaci di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che qualche volta hanno votato per Pannella e per Rifondazione. Il blog è attivo da gennaio 2006, non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del webmaster, la pazienza della sua compagna, e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate.
  • Sono passati di qui

    • 77,520 comunisti nullafacenti

Ancora giornalai

E Di Maio di qui e Di Maio di là… Chiedergli scusa no eh?
Il bello è che ancora si stupiscono che vincono i trumpet, i brexit, i beppegrilli…

A proposito di giornalisti

Ok, dal momento che lo sanno anche i sassi che la Raggi è stata fatta vincere appositamente per screditare il M5S, l’assessore Berdini certi giudizi poteva anche risparmiarseli, diobono non serve un genio per capire che qualsiasi caccola succeda da quelle parti viene setacciata al microscopio. Oggi dico, perché negli ultimi vent’anni tutto passava sotto silenzio, ma tant’è, l’informazione da noi è un optional.
Ma se ho capito bene quei giudizi li ha espressi non durante un’intervista, ma parlando con un giornalista, il quale ha registrato la chiacchierata di nascosto intanto che erano seduti al tavolino di un bar. Per carità, ha fatto il suo mestiere, spero solo non sia tra quelli che ciclicamente chiedono un freno alle intercettazioni dei magistrati ma tutto ci può stare, il bischero è stato l’assessore.
Quello che mi stona è che non mi risulta che questo pulitzer de noantri sia mai andato in pausa caffè che so, a chiedere a d’alema cosa ne pensa d’irrenzi, o dal ministro delle finanze a chiedere nomi e cognomi degli insolventi che hanno fatto fallire le banche, o dal generale dell’Arma a chiedere cosa ne sa della soffiata al Consip, o, tanto per restare nel presunto gossip, a chiedere a qualche governatore quali siano i meriti di certe consigliere regionali. O forse lo ha fatto, solo che si era dimenticato di accendere il registratore.

Aggiornamento: visto il pistola fumante? Poi il coglione è Di Maio…

Ma andate a fanculo!

Così come non guardo una partita di calcio da quando giocava Mazzola ma è impossibile non sapere chi è in testa al campionato, così non guardo un minuto di Sanremo da quando ci fu ospite Peter Gabriel (1983) ma è impossibile non sapere cosa ci succeda.
Leggo della pagliacciata dei soccorritori di Rigopiano, cani compresi, accolti da standing ovation e fiumi di lacrime, un bel momento di sana tristezza a comando con domande e risposte imparate a memoria. Spero li abbiano pagati almeno un centesimo dei presentatori e della prima fila, sai quante casette per i terremotati c’entrerebbero?
Ma soprattutto leggo di un ospite invitato in quanto “impiegato modello”, titolo conquistato grazie a una vita lavorativa senza mai un giorno di malattia e senza mai aver usufruito di un giorno di ferie. E quindi? Il fatto che abbia avuto culo sulla salute dovrebbe far sentire in colpa in mondovisione qualche collega sotto antibiotici? Il fatto che abbia una vita così grama da non aver mai sentito il bisogno di godersi un giorno di mare o la propria casa o la propria famiglia dovrebbe far sentire in colpa chi non vede l’ora di staccare per poter dare un senso alla propria vita?
Le ferie sono un DIRITTO non un privilegio, idioti!

Priorità

Cioè, della Raggi, che poverina, proprio una cima non dev’essere, ormai sappiamo vita morte e mirac… tutto il resto, presunti amanti compresi. Però sui nomi di coloro che sono risultati insolventi nei confronti delle banche salvate, cioè di quelli che ci hanno costretto a pagare i loro debiti, è stato di nuovo steso un impenetrabile velo. Così, per dire.

Un po’ come Pannella

Boh, sarà anche un maestro del giornalismo, ma ogni volta che lo vedo in tv mi pare che Eugenio Scalfari sia sempre più rincoglionito. E non per via dell’età.

Io sarei curioso

Ora, il solo fatto che il mondo si stupisca del fatto che un politico mantenga le promesse già la dice lunga sul perché lo abbiano votato a dispetto di tutti. Ormai la gente è talmente disillusa quando non esasperata dal sistema che pur di andarci contro voterebbe anche il Gabibbo, e finché non si capisce questo potremo indignarci quanto vogliamo ma le trombette trumpet di tutto il mondo avranno gioco facile.
Giorni fa a Washington hanno manifestato contro il trombetta centinaia di migliaia di donne, bel colpo d’occhio ma con risultati meno di zero.
Io invece sarei molto curioso di vedere cosa succederebbe se, per protesta, tutti gli immigrati provenienti dai sette paesi messi al bando, e per solidarietà anche tutti gli altri di area mussulmana, incrociassero le braccia. A oltranza. Così, per vedere di nascosto l’effetto che fa.

And the premier is…

La nuova legge elettorale: il SORTEGGIUM

esottobre

Rimarranno solo parole

E niente, è abbastanza difficile dire qualcosa sull’hotel travolto dalla valanga. La combinazione di neve e terremoto, gli abusi edilizi, lo stato del territorio, gli allarmi inascoltati, gli equivoci e le negligenze, gli spazzaneve che non ci sono, le turbine senza catene, i soccorritori di notte con gli sci, gli idioti coi doposci, le vignette a cazzo, quel sottile confine tra la vita e la morte di chi era in una stanza invece che in un altra.
Si rimane sgomenti da quanto tutto sia provvisorio fragile e precario. E di come il sistema, pur consapevole, sia totalmente inadeguato e incapace di fornire la minima protezione. Rimane solo la consapevolezza di una delle pagine più nere della storia di questo paese, e rigopiano diventerà una parola alla stregua di piazzafontana, alfredino, vajont, stazionedibologna, …

Come il cazzo dalla testa ai piedi

o-salvini-facebook

cucchi-stefano-ilaria

Rieccolo!

Vabbè rieccolo, il bomba del consiglio non se ne è mai andato, hai voglia a ricordargli le sue promesse urbi et orbi a reti unificate di ritirarsi a vita privata. D’altra parte, luoghi comuni sui politici a parte, cosa ti puoi aspettare da uno che già a scuola chiamavano “il bomba” per le balle che sparava.
La cosa che mi stupisce però è il taglio delle interviste che ha rilasciato e il tono dei commenti: “Ripartirò dai miei errori” da una parte, “Troppo arrogante accentratore egocentrico” dall’altra. Maccheccazzo state a di’? Come se la causa del suo fallimento sia il brutto carattere.
Allora: riforma costituzionale demolita dagli elettori. Riforma pubblica amministrazione bocciata dalla Consulta. Legge elettorale Italicum (votata con la fiducia) anticostituzionale e rinnegata dal suo stesso governo che l’ha fatta. Riforma della scuola disastrosa per stessa ammissione del suo ministro. Il bonus da 80 euro ci costa una decina di miliardi l’anno e conti alla mano non ha prodotto alcun beneficio. Il bonus degli studenti viene rivenduto su ebay a metà prezzo. Il giobàct ha prodotto più licenziamenti che assunzioni e stanno cercando disperatamente di cambiarlo per evitare il referendum. Comandanti sotto inchiesta, banchieri delinquenti, evasori fiscali e corrotti continuano imperterriti a occupare posti di potere invece che le patrie galere. Diversamente poliglotti continuano a rappresentarci all’estero invece che nascondersi. Primine della classe incompetenti continuano a occupare ministeri invece che trombare.
Quindi, cari intervistatori di ‘sta minchia, chissenefrega se il signorino è arrogante! Non sarebbe l’ora di dire chiaro e tondo che deve andare a casa semplicemente perché è un INCAPACE?

Emergenza una sega

Clochard, immigrati, terremotati, tutti all’addiaccio. E servizi strappalacrime sui tg con gente disperata ammassata nelle tende. Emergenza la chiamano. Come se in gennaio la neve fosse una cosa strana. Come se in inverno le temperature sotto zero fossero un capriccio del meteo. Come se qualcuno sperasse che ad alleviare i disagi bastasse il riscaldamento globale.
Il terremoto è del 24 agosto, cinque mesi fa, in Umbria ancora non ci sono le stalle per il bestiame, e leggo che in certe zone le casette di legno vengono assegnate… per sorteggio! Per sorteggio? Cioè, per quanto possa essere di cattivo gusto spero che da qualche parte spuntino le telecamere di Scherzi a Parte.