• antropologicamente diverso

  • Commenti recenti

    ImpiegataSclerata su Quando si dice parlar chi…
    Roberta da Sydney su Quando si dice parlar chi…
    Roberta da Sydney su Il mondo all’incontrario
    Gianni su Brutti pensieri
    Roberta da Sydney su Brutti pensieri
  • Categorie

  • Archivio

  • Archivio foto e vignette

    Palazzo Grazioli

    Berlusconi condannato

    13allegrochirurgo

    La retata

    Mission Impossible

    Altre foto
  • Legge bavaglio sull’informazione. Obbligo di rettifica

    Tutto quello che leggete qui io non l'ho mai detto, non l'ho mai scritto, non l'ho mai nemmeno pensato. E' tutto un complotto della sinistra, le solite manipolazioni di questi disgraziati. Insomma rettifico tutto, sono stato frainteso.
  • Indicazioni ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62.I

    I curatori di Votantonio (che poi sarebbe solo uno, lui) declinano ogni responsabilità di qualsivoglia natura. Le notizie riportate provengono da altri siti sparsi per la rete e dai normali organi d'informazione, persino da quelli di rai e mediaset. I testi vengono redatti da soggetti (sempre uno, sempre lui) evidentemente incapaci di intendere e di volere, prova ne sia il fatto che qualche volta hanno votato per Pannella e per Rifondazione. Il blog è attivo da gennaio 2006, non ha periodicità regolare ed è aggiornato secondo gli umori del webmaster, la pazienza della sua compagna, e la gradazione alcolica delle bevande ingurgitate.
  • Sono passati di qui

    • 61,142 comunisti nullafacenti

Quando si dice parlar chiaro

Et voilà! Se qualcuno voleva sapere quale sarebbe stata la risposta d’irrenzi di fronte allo scandalo romano adesso è servito. Ovviamente le roboanti dichiarazioni sugli eccezionalissimi urgentissimi cazzutissimi provvedimenti per mandare in galera corrotti e corruttori rimarranno lettera morta, come sempre non sarà fatto nessun decreto (quelli servono solo per abolire gli articoli diciotti) e l’annunciato ddl si perderà nelle sabbie mobili delle commissioni e degli emendamenti, tra un mese non se lo ricorderà più nessuno, almeno fino al prossimo scandalo (previsione del mago Votantotelma: TAV).
In compenso irrenzi un messaggio forte e chiaro a chi di dovere l’ha mandato…

Irrenzi: “OLIMPIADI A ROMA!”
Sospiro di sollievo nel mondo mafioso
Buzzi intercettato nell’ora d’aria:
“Tranquillo alema’,
appena usciamo chiamiamo
Er Guercio
e se ricomincia come prima”

Il mondo all’incontrario

Giorni fa, stanco dell’ennesimo abituale canonico ritardo del mio collega di lavoro, appena scattata l’ora del cambio turno ho girato il culo e me ne sono andato. Apriti cielo! “Hai lasciato scoperto il reparto!” mi ha detto il capo. “Fatemi capire – ho risposto – in ritardo arriva lui e il cazziatone me lo prendo io?”. E si sono chetàti.

Oggi sento napolitano che di fronte all’ennesimo risaputo scontato scandalo di quella schifosa classe politica che lui presiede, se la prende con… chi quella classe politica giustamente disconosce e lo disgusta.
Sento lo smemorato salvini che oltre a fare il verginello candido sulle mutande verdi o sui diamanti in Tanzania, si dimentica pure di aver dato di terrone fino a ieri a chiunque fosse sotto il Po e ora si erge a paladino di Roma (a quando la felpa SPQR?)
Sento un pregiudicato che invoca le dimissioni di una giunta altrui quando a intrallazzare coi fascisti era il suo sindaco fascista.
Sento che l’urgentissimo consiglio dei ministri per prendere le urgentissime misure contro questa merda è stato rimandato un minuto dopo essere stato convocato.
Sento che come è successo per mose, expo, milano, ecc. ecc. tra una settimana non ne sapremo più nulla e tutto rimarrà come prima, con gli alemanni i buzzi e i carminati a fare affari da qualche parte.

copearth

 

(Ah già, però è stato abolito l’Articolo 18, vuoi mettere?)

Ha ragione Landini

Adesso dice irrenzi che gli fa schifo.
E ALLORA PORCAMADOSCA PERCHE’ CONTINUI A SCASSARE IL CAZZO CON L’ARTICOLO 18 MASSACRANDO GLI UNICI LAVORATORI ONESTI DI QUESTO CAZZO DI PAESE E NON MANDI IN GALERA QUESTI CAZZO DI DELINQUENTI MERDOSI IMMONDI E NON FAI UNA CAZZO DI LEGGE CONTRO CORRUTTORI RICICLATORI LADRI ECC. CHE DA CINQUANT’ANNI CI STANNO SPOLPANDO SOTTO GLI OCCHI COMPLICI DI TUTTI?

Giusto un promemoria

Se riuscite a non vomitare date un’occhiata qui, è passato un anno e mezzo, non un secolo.
Ah, la puntata di Report in questione verrà mandata in onda in replica stasera.

Brutti pensieri

Premesso che rivoterei M5S anche domani non per mancanza di alternative ma perchè condivido molto di ciò che propongono, vorrei chiedere a lorsignori una cosa:  a chi lo accusava di populismo demagogico Grillo ha sempre risposto (giustissimamente) “Meno male che ci siamo noi, altrimenti avremmo le pen, alba dorata, e nazifascisti vari”. Bene caro Beppe, allora mi spieghi come mai da un po’ di tempo STAI -FACENDO – DI – TUTTO – PERCHE’ – ACCADA – ESATTAMENTE – CIO’? Mi spieghi perchè a partire dalla coppia crimi-lombardo in poi stai consegnando il grande consenso che avevi nelle mani di un salvini qualsiasi? Cioè cazzo, salvini! Uno che fino a ieri era alla prese con le ruberie dei belsiti, coi diamanti in Tanzania e con le lauree in Albania!
Ora io vorrei sapere, una dirompente forza di contrapposizione al potere che arriva a essere la più votata alle ultime politiche è ovvio che fa paura e che il sistema userà tutti i mezzi leciti e non per non farsi spazzare via. E’ scontato che dal giorno dopo tutta l’informazione di regime cercherà continuamente dei pretesti per oscurarne i successi e per gettarle addosso palate di merda. Siccome caro Beppe tu lo sai benissimo, perchè servire questi pretesti su piatti d’argento? Casaleggio con quell’aplomb che si ritrova è i m p r e s e n t a b i l e, e sfido chiunque a trovare uno che abbia capito che mestiere faccia esattamente. Andare da irrenzi in diretta streaming senza nemmeno provare a smascherarlo, allearsi con la feccia di farange adducendo giustificazioni ridicole, espellere in mondovisione chiunque osi alzare un dito per dissentire, annunciare altre epurazioni tipo Pizzarotti e Nogarin, sono mosse che, te lo dico francamente, a questo punto sembrano più scientificamente studiate che tafazziane.
Per favore Beppe, convincimi che anche tu non sei funzionale al sistema.

Sono STATO io!

Socialmente inutile

Ma quel frodatore fiscale condannato a svolgere lavori socialmente utili, non lo si potrebbe mandare a spalare fango invece che a raccontare barzellette negli ospizi?

Attenti a ebola

Vi ricordate tutte le stronzate che ci raccontarono sull’antrace? Pareva che da un giorno all’altro qualcuno fosse in procinto di scatenare una guerra batteriologica su scala mondiale, addirittura un segretario di Stato americano si presentò all’Onu brandendo una provetta di polverina bianca, che poi fosse farina o cocaina nessuno si prese la briga di controllare.
E del morbo della mucca pazza vi ricordate? Milioni di bovini abbattuti. E della sars? Milioni di mascherine vendute. Fine.
Poi l’aviaria, poi ancora l’influenza suina, tutti i giornali e le tv che non facevano altro che parlare di polli e maiali, la parola chiave era pandemia, previsioni catastrofiche di milioni di morti in tutto il pianeta, a meno di non comprare dosi industriali di Tamiflu, cosa che il governo italiano fece prontamente, vuoi mettere la soddisfazione di mandare al macero tonnellate di vaccini inutili dopo aver arricchito qualcuno dei soliti noti?

Oggi abbiamo ebola.
E siccome non ne parla quasi nessuno ho come l’impressione che la faccenda stavolta sia terribilmente seria.

Perché le alluvioni non spazzano mai via anche loro?

Piove due giorni e Genova si ritrova sott’acqua come tre anni fa perchè da allora il piano di messa in sicurezza del Bisagno è bloccato da assurde pastoie burocratiche.
Un Magistrato indaga su corruzioni e patti mafiosi e vene condannato lui e non i corrotti e mafiosi.
Un ex presidente del Veneto ruba, viene beccato, patteggia, ed esce di galera.
All’Expo metà sono indagati, l’altra metà lo saranno presto.
Un presidente della repubblica viene chiamato a testimoniare perché ci sono fondate prove di una trattativa tra stato e mafia.
Un giornalista che spiava altri giornalisti e pubblicava dossier falsi sugli avversari politici del suo padrone non solo siede in parlamento, ma viene pure reintegrato dall’ordine.
La sbandierata spending review del governo si è limitata alla vendita di 7 (sette) auto blu a alla fantomatica riduzione degli stipendi dei parlamentari a partire dalle calende greche.
Le province esistono ancora e l’unica cosa che è stata abolita è l’elezione dei loro rappresentanti.
Il senato è ancora vivo e lotta insieme a noi.
Della legge elettorale non si sa più nulla.
Delle leggi anticorruzione e antiautoriciclaggio non si è mai saputo nulla.
Riforme costituzionali vengono fatte scrivere a quel giglio di campo di verdini.
Guardacaso dopo che irrenzi ha fatto accordi segreti con un noto pregiudicato.
Qualche suo compagno di partito fa finta di non essere d’accordo ma poi accetta di tutto.
Tremilioniemmezzo di disoccupati ma la priorità è licenziare, non assumere.
In compenso tra gli occupati quattro morti al giorno per incidenti sul lavoro.
Corruzione ed evasione fiscale valgono centosessantamiliardi di euro all’anno.
Chissà come mai gli investitori stranieri ci evitano come avessimo la peste.
L’emergenza urgentissima e improrogabile è l’abolizione dell’Articolo 18.
E prossimamente di tutto lo Statuto dei Lavoratori.
Difficile da credere, ma fate ancora più schifo di berlusconi.

Occhio per occhio

La madre di uno degli aggressori che hanno seviziato un ragazzino obeso ha giustificato il gesto del figlio giudicandolo “uno scherzo, una ragazzata”.
Lo so che non sta bene, ma verrebbe voglia di fare uno scherzo anche a lei: infiliamole la pistola di un compressore nel culo e vediamo dopo come lo definisce.

Zerbini si nasce

Premessa:  De Magistris ha pienamente ragione a incazzarsi per la sentenza del processo farsa che ha subìto, ma sbaglia clamorosamente a ribellarsi in quel modo. Punto accapo.
Vedere in televisione il portaborse angiolino che dagli scranni del parlamento sbandiera il vessillo della legge severino ha un che di grottesco. Ancora peggio vedere che nessuno dei presenti lo abbia mandato a fanculo facendogli notare che giusto il mese prima vomitava merda contro quella stessa legge (da lui stesso votata!) applicata al suo padrone frodatore fiscale.

Peccato che non mi invitino mai

Faccio colazione intanto che seguo distrattamente uno dei soliti dibattiti mattutini, argomento, pensa un po’, l’Articolo 18., ormai abolirlo equivale a sconfiggere il cancro e la fame nel mondo.
Una gallinacea in quota pd (così sta scritto in sovrimpressione, fanno bene a indicarlo che altrimenti distinguere ‘sta gente dalle idee sarebbe un tantino difficile) starnazza a (s)proposito di dipendenti della Malpensa che accusati di furto sarebbero stati riammessi al lavoro dai giudici (balle, come al solito). E per concludere la pennuta spara la cazzata del giorno: “Con l’Art. 18 un dipendente che ruba non può essere licenziato!”
“Esattamente quello che succede tra i suoi colleghi in parlamento” avrei risposto io.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.